CANTINA FONTEFICO - Regione Abruzzo

 
Cantina Fontefico

Cantina Fontefico / Puro Vino

"Che il vino scorra a fiumi"

 
Veduta Cantina Fontefico

La Cantina

“Questa vigna ci ha travolti..” queste le parole di Nicola Altieri quando gli chiedo perché insieme al fratello Emanuele, hanno deciso di diventare vignaioli.

E c’è da credergli: i colori, i profumi la leggera brezza che viene dal mare e che ci accarezzati durante tutto l’incontro, creano un’atmosfera magica: la tenuta ti accoglie sorridente, ti invita a fermarti ed a prenderti una pausa da qualunque cosa ti stia assillando o preoccupando in quel momento, perché tra le sue linee morbide e silenziose c’è tutto quello di cui hai bisogno.

Un racconto dal sapore antico quello che li ha portati ad acquistare la tenuta di Fontefico, l’ex proprietario Nicola (anche lui…), ha sempre soltanto comprato, non ha mai venduto. Quella era la sua filosofia di vita, lo aveva portato al successo e non era intenzionato a vendere neanche stavolta, ma la determinazione e la costanza nel tempo della famiglia Altieri nel volere la tenuta, lo hanno convinto che non avrebbe potuto cederla a nessun altro.

Così dal 1996 l’amore per Fontefico che i fratelli Altieri nutrono da sempre, si è riversato tutto nella loro stile di fare vino, ed il rispetto col quale coltivano e curano personalmente la vigna (non potrebbero lasciarlo fare a nessun altro…) emerge nel bicchiere ad ogni sorso.

Insegna Fontefico
Uva Fontefico
Botte Fontefico

Filosofia aziendale e identità del vino

Con la Natura va instituito un dialogo, a volte puoi capirla meglio, a volte meno. Pensare di poter piegare la Natura al tuo volere, ti si può ritorcere contro” in questa frase di Nicola Altieri, l’intera filosofia della cantina, che i 2 fratelli perseguono con ostinata coerenza, fino a non commercializzare il loro vino se l’annata non lo consente.

La Cantina Fontefico pratica l’agricoltura biologica certificata, evitando interventi invasivi sia in vigna che in cantina, ogni vino è il frutto della vinificazione di una singola vigna a testimonianza dell’accurata selezione che la cantina pratica, fino alla scelta di ogni singolo grappolo d’uva.

L’obiettivo è quello di dare ai vini un’identità e la possibilità di esprimere la propria personalità annata per annata “proprio come per ognuno di noi: siamo sempre la stessa persona eppure cambiamo continuamente”. E’ in questo modo che il vino diventa espressione del proprio territorio, ed è a questo punto della visita che l’abbinamento dei vini ai prodotti locali diventa imprescindibile!

Il sodalizio tra il caciocavallo di latte vaccino stagionato 5/6 mesi originario di Agnone (IS) ed il Pecorino Superiore Doc “la Canaglia” è davvero speciale, impossibile dimenticare quanto il Cerasuolo d’Abruzzo “Fossimatto” si fondesse perfettamente con le crostatine agrodolci con carpaccio di manzo frollato 40 giorni e pesche di San Salvo (CH), arricchite con un tocco di maionese allo zenzero, rigorosamente di produzione propria, ma il miglior condimento è stata l’ospitalità abruzzese, spontanea e coinvolgente dalla quale siamo stati felicemente rapiti per quasi tutto il giorno! Quando con rammarico abbiamo dovuto lasciare la tenuta, mi sono voltata indietro quasi a cercare un fermo immagine da non dimenticare e ho visto salutarmi sventolando fiera, la bandiera della “Repubblica di Fontefico”, un mondo a parte, una democrazia che ha le sue regole basate sul rispetto reciproco sia tra gli uomini che tra loro e la Natura.

Spenta la luce sul comodino a fine giornata, il pensiero che si è fatto strada nelle nostre menti che ripercorrevano le immagini vivide dell’intera esperienza, è stato che, si, “questa vigna ci ha travolti!!”…

Fine giornata Cantina Fontefico
Abbinamenti Vino
aperitivo cantina Fontefico

Il Territorio di coltivazione

La Cantina Fontefico si trova in Abruzzo precisamente a Vasto in provincia di Chieti, le vigne sono posizionate sul promontorio di Punta Penna, a poche centinaia di metri dal mare i cui venti freschi le attraversano in maniera costante, mantenendole asciutte e sane e riuscendo a contenere le temperature sul frutto nelle annate molto calde e siccitose.

In questo modo i vini riescono ad esprimere un’elevata acidità ed un frutto deciso.

I Vitigni

  • Pecorino Superiore (Vigna Bianca) : sembra che il nome di questo vitigno derivi dalla forma del grappolo che somiglia ad una testa di pecora, meno produttivo rispetto al trebbiano d’Abruzzo, dona grappoli ricchi di zucchero che si traducono in un elevato titolo alcolometrico, supportato da una media struttura, da un’acidità vivace e da una spiccata sapidità; tipiche sono le note agrumate, di frutta esotica e vegetali.
  • Montepulciano D’Abruzzo (Vigna del Pozzo): la versatilità del Montepulciano fa si che se ne possa ottenere sia un vino di pronta beva che un vino da lungo affinamento. I colori possono andare quindi, dal rosato al rosso granato, i profumi partono dai frutti di bosco, prugne e more fino ad arrivare nelle versioni più complesse a sentori di spezie, liquirizia e frutta in confettura, al gusto presenta generalmente un Tannino potente, che si attenua con l’invecchiamento.
  • Montepulciano D’Abruzzo (Vigna il Pastino): per le caratteristiche del vitigno vale chiaramente quanto appena detto, ma nel caso di questo CRU va specificato che è stato impiantato con il metodo della “popolazione” e non con il moderno metodo della “selezione clonale”. In sostanza le piante appartengono allo stesso vitigno il montepulciano d’Abruzzo appunto, ma non hanno lo stesso genoma, questo conferisce al vino che si ottiene un carattere esclusivo ed irriproducibile.
  • Aglianico (Vigna Le Coste): tannino aggressivo e struttura robusta, ben predisposto agli invecchiamenti, tipiche le note fruttate ed i colori dal rubino al granato

Tutti i vini della cantina Fontefico

Collezioni